Testata
giornalistica
online

Direttore Responsabile
Natale Parrinello

Ricerca nel sito:

IN PRIMO PIANO

CATANIA: ETNA COMICS PER IL SOCIALE

Beneficenza per Clinica Pediatrica del Policlinico

Un record nel record, a conferma che la manifestazione continua a crescere sotto ogni punto di vista. Anche quello legato al sociale. La nona edizione di Etna Comics, che si è chiusa domenica superando le 85 mila presenze, ha fatto registrare

13 Giu 2019

MESSINA: VILLA MELANIA CULTURAL REFACTORY

A Pistunina, Domenica 16 Giugno

Alla scoperta di Villa Melania Cultural reFactory, l’unica fabbrica in Sicilia totalmente rigenerata ad uso culturale. Tornano le visite guidate nel suggestivo sito ed unica fabbrica in Sicilia totalmente rigenerata ad uso culturale, sia per le

13 Giu 2019

TRAPANI: INCHIOSTRO D`AUTORE 2019

Rassegna letteraria al Chiostro di San Domenico da Sabato 6 Luglio

Il Chiostro di San Domenico ospita InChiostro d’Autore, rassegna letteraria organizzata dall`Ente Luglio Musicale Trapanese con il patrocinio del Comune di Trapani e curata dal giornalista e scrittore Marco Rizzo.

12 Giu 2019

TRAPANI: UNA GIORNATA SPECIALE PER LE FAMIGLIE AL MUSEO

Domenica 3 e lunedì 4 dicembre presso il Museo Pepoli

UNA GIORNATA SPECIALE PER LE FAMIGLIE AL MUSEO, in concomitanza con il libero ingresso nei Musei che ricade ogni prima domenica del mese.

02 Dic 2017

CALATAFIMI SEGESTA: LA SICILIA DAGLI INZI DEL `900

Il 6 e 7 agosto presso il quartiere Circiara.

Un ecomuseo che racconta la Sicilia degli inizi del ‘900. Un villaggio delle tradizioni, allestito nel quartiere antico della “Circiara”, dove il visitatore si troverà proiettato indietro nel tempo, tra le tante scene di vita contadina e le

25 Lug 2017

SCETTICUS E LO SPECCHIO DELLE TRAME

Della legge elettorale, del prima e del poi...

Specchio o specchio delle sue trame... aiutaci a svelare i complotti del parlamentare...la sua macchinazione è sempre perfetta...sembra che si "sciarria" ma proporzionale... maggioritario...mattarellum...porcellum...italicum...

03 Giu 2017

PALERMO: "CIAPANI" di MARCO BOVA

Mercoledì 24 Maggio presso Ordine dei Giornalisti alle 10:30

Nella sede dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, in via G. L. Bernini52, a Palermo, sarà presentato il docufilm "Ciapani – Trapani senza marketing", regia di Marco Bova. Un prodotto indipendente che racconta il viaggio metafisico,

22 Mag 2017

"U ZZU CICCIU" HA RISCOPERTO IL CALCOLO INFINITESIMALE

di PEPPE DITTA – PACECO undici – dicembre 2006 – Ed. La Koinè della Collina

"U zzu Cicciu", contadino figlio di contadino, era avvezzo a una vita spartana e piena di stenti; anzi era vissuto, poverino, sin dalla nascita con gli stenti e per “tradizione” di famiglia non aveva conosciuto altro che privazioni!

“ U zzu Cicciu “, vuoi o non vuoi, era limitatissimo nelle esigenze, seguiva poco l’evoluzione sociale e, soprattutto, era e doveva essere di carattere risparmioso. Si alzava all’alba per andare a lavorare; per sua fortuna e comodità possedeva un asinello cagliaritano e quindi aveva un “tram” che gli consentiva di raggiungere il feudo dove lavorava e di tornare a Paceco dove risiedeva.

Durante il viaggio di ritorno c’era la possibilità di raccogliere un po’ di verdura, cresciuta vicino a scarichi d’acqua, che gli consentiva di riempire di più il “quararu” e di ovviare, così, alla penuria
cronica degli alimenti principali.

Un giorno d’estate uscì di casa alle tre di notte per riuscire a raggiungere il feudo appena in tempo per iniziare a mietere il grano.

Fatica e sudore !

Sulla via del ritorno a Paceco, seduto sul carro e dondolandosi per via della presenza delle “scaffe” disseminate sulla strada, pensava alla sua “Saridd(r)a” e ai suoi bambini che l’aspettavano con la solita minestra.

Notava sulla strada abbondante stoppia caduta dai carri che in quel periodo, numerosi, trasportavano i covoni dal punto di mietitura al “piazzamento” dove la trebbia aveva soppiantato completamente il lavoro degli uomini e degli animali nell’aia.

“ U zzu Cicciu “ pensò che anche “a ristuccia” poteva alleviare la pressante indigenza in cui si trovava e si mise a raccogliere la stoppia che trovava sparsa, ma abbondante, sulla strada e sui terreni limitrofi alla strada; “Saridd(r)a” l’avrebbe usata per cuocere le pietanze.

Trovandosi con abbondante stoppia sul carro s’invogliava, ogni qualvolta ne trovava altra, dicendo: “ E chissa è nnenti”!
Non si arrese neanche quando la stoppia gli formò una “tomita” sul carro e l’asino cominciò a dare segni di stanchezza.

“ E chissa è nnenti” continuava a dire quando si chinava per raccogliere altra stoppia; e così il tempo trascorreva e “ U zzu Cicciu ” non faceva altro che salire e scendere dal carro per raccogliere altra “ristuccia”.

Diceva così per incoraggiarsi a raccogliere altra stoppia giustificando che quanto raccoglieva rappresentava per il somaro un peso trascurabile.

“ E cchissa è nnenti ”; scendeva dal carro, raccoglieva altra stoppia e via via aumentava l’altezza della sua “poltrona”, che raggiunse la quota di un piccolo “Castellaccio”. Rivolse uno sguardo all’asino madido di sudore e gli disse: “Scusami Cicciu” (aveva attribuito all’asino il suo stesso nome), “ e cchissa è nnenti”: fu l’ultima volta che raccolse la stoppia, avendo avvistato il campanile della Chiesa Madre.

L’asino aveva i “naschi tanti” ansimava come un mantice, aveva la bava alla bocca, tirava il carro con enorme fatica, ma si “convinse” che per questioni di dignità doveva arrivare a casa; “ a zza “Saridd(r)a” uscì con gli occhi lucidi, non più oppressa dall’ansia accumulata per il ritardo del marito, e salì sulla “
tòmita” per abbracciarlo.

“ U zzu Cicciu ” scese dal "Castellaccio” e abbracciò i figli, Pitruzzu e Carminedd( r )u. “ U sceccu” non poté aspettare un altro minuto per festeggiare il ritorno a casa, in quanto stramazzò al suolo, morto.

“ U zzu Cicciu “ pianse per aver perduto un collaboratore domestico e un bene! Fra un singhiozzo e l’altro si rivolse alla moglie, anche lei piangente, e le disse: “Saridd(r)a” mia, ‘un ci criria che tanti nenti putianu ammazzari u sceccu”.

Il calcolo infinitesimale è nato nell’era precristiana dalle idee, ancora in forma larvata, del matematico greco Eudosso di Cnido; fu formalizzato, dopo contributi significativi di diversi matematici, nel XVII secolo dai matematici Leibniz, tedesco, e Newton, inglese.

Ma è stato riscoperto, inconsapevolmente, da “ u zzu Cicciu “ di Paceco nei primi decenni del XX secolo.

(Foto tratta da www.agraria.org.)

Autore: Natale Parrinello

Cultura

MONTALBANO ELICONA(ME): FRA I BORGHI PIU` BELLI D`ITALIA

La valorizzazione dei luoghi passa anche attraverso il cantautore Franco Battiato

Montalbano Elicona, uno dei Borghi più belli d`Italia ha aderito al comitato "Milo Franco Battiato". La Sicilia è fucina di illuminazioni artistiche e la storia ci riporta numerosi esempi anche di forestieri che dalla notte dei tempi

TERRASINI(PA): QUANDO CORREVA IL NOVECENTO

Mostra fotografica il 18 e 19 Maggio dalle 17:30 presso Biblioteca Comunale

Fotografie di Caterina Blunda, Evelin Costa, Mara Manzella, Pino Manzella, Nicola Palazzolo e Massimo Russo Tramontana. Dall’introduzione di Lavinia Spalanca: Dov’eravamo mai in quel mattino / quando correva il Novecento…».

PALERMO: CICLO MISTERI

Sabato 18 maggio

Antichi rituali, formule incantatorie e significati magico – simbolici, tramandati da generazioni a generazioni, che trovano origine in un passato assai lontano al centro di “Palermo misterica.

ALLA SCOPERTA DELLA SICILIA ANTICA

Escursione del Gruppo Archeologico Drepanon

“Alla scoperta della Sicilia antica” è il fortunato slogan con il quale Gruppo Archeologico Drepanon, da ormai tredici anni, fa riscoprire ad un numero sembra maggiore di appassionati il patrimonio culturale meno noto della Sicilia e non solo.

Una passeggiata per la città dalle cinque torri: Trapani

Curiosità tra le antiche vie

Trapani all`apparenza è una città dormiente, per come la conosciamo. Ci fu un tempo in cui (XIV e XV sec.) fu il baluardo politico, economico e culturale più importante della Sicilia occidentale, per la collocazione geografica, per i porti (ne

SCETTICUS: PERCHE` MI GUARDI COSI` ?

La "controemigrazione"...

Sono povero come vuoi tu... ho i jeans rattoppati...un`espressione beata...con la laurea in tasca...senza futuro...pronto per emigrare...

SCETTICUS: ARRIVERA` L` 11 GIUGNO

Ci sarà la svolta ?

L` 11GIUGNO, i Siciliani saranno chiamati alle URNE per scegliere i loro amministratori. Scetticus si veste da Sherlock e riflette...

Il grande Esodo della Sicilia Occidentale tra il 1880 ed il 1924

Il Museo dell’Emigrazione di Santa Ninfa

Foto: ELLIS ISLAND (l`isola delle lacrime) - Andare a Santa Ninfa, piccolo comune del trapanese, con il gruppo di simpatizzanti archeologi del GAD ed imbattersi nel Museo dell’Emigrazione, quasi per caso.

SCETTICUS: SPQR

Un senato costituzionalmente cagionevole

Una volta, i patrizi ed i plebei accedevano al seggio senatoriale e indossavano la "candida" in segno di riconoscimento ...a ottobre prossimo ...

INFORMAZIONI

Se desideri scrivere un articolo, invialo all'indirizzo redazione@eventiculturalisicilia.it lo prenderemo in considerazione e lo pubblicheremo con il nome dell'autore.

Oppure puoi fare una segnalazione riguardante un evento, prima o dopo la promozione, o un argomento storico o culturale.

Eventi Culturali Sicilia
Sito realizzato da Francesco Parrinello

traghettilines
SPAZIO PUBBLICITÀ